Archivi categoria: Past

(Don’t want) Wait for it…

Ennesima notte insonne. Ormai è una routine rimanere sveglia fino le tre di notte a pensare e ripensare mille cose. Ho passato giorni terribili perché non riuscivo ad uscire da uno stato di abbandono totale, il MIO stato di abbandono. Per tutto questo tempo ho continuato a crogiolarmi nella tristezza e nell’autocommiserazione. Ho passato mesi interi a guardarmi da una finestra mentre cercavo di raccogliere i pezzi di me stessa. Ho guardato e ho aspettato qualcosa che sapevo non sarebbe mai venuto, a 28 anni però non posso permettermi di gettare al vento momenti di vita che vanno vissuti.
Ho parecchi difetti che mi fanno vivere con pesantezza qualsiasi cosa. Tante volte vorrei essere meno introspettiva e molto più “frivola” per potermi godere le giornate senza dover gestire l’ennesima crisi esistenziale, vorrei anche ritrovare quel giusto ritmo positivo che avevo trovato due anni fa…
All’apice della disperazione ecco che poi trovi quel giusto stimolo che può darti la mano che occorre, un pensiero semplice ma che spesso tutti ci dimentichiamo del suo vero significato:
Passiamo troppo tempo a volere quello che non abbiamo e cerchiamo risposte a domande impossibili, senza renderci conto di quello che abbiamo intorno a noi.
La vita è troppo breve per sprecarla in inutili congetture, è meglio viverla al meglio, senza rimpianti, correndo incontro al meglio, mal che vada sarà sempre esperienza. Rimanere statici nei confronti della vita ci rende inerti alla magnificenza del mondo là fuori e io non voglio più starmene a guardare, ma godermi ogni singolo momento senza più stare a guardare il mio passato e finalmente camminare con lo sguardo al futuro, qualunque esso sia.

Mirrors

Annunci