Arlandria.

Un tempo era la mia isola felice, dove mi sentivo accolta e protetta. Non era un luogo ben definito, ma uno spazio intangibile che raccoglieva gran parte di me. I miei pensieri viaggiavano a mille all’ora sopra il pentagramma di questa dolce melodia. Non era una mera canzone rock del mio gruppo preferito, era molto, molto di più. Quando sentivo questa canzone, sapevo con certezza che c’era qualcuno che stava pensando a me. Sentivo e percepivo un legame. Un legame che ora non c’è più.
Se prima rappresentava la mia isola felice, ora rappresenta il mio inferno in terra. Dalla gioia, si è passato al dolore, alla mancanza, alla rassegnazione.
Lo strimpellio della chitarra, il percuotere dei tamburi della batteria, colpiscono ancora il cuore ma infieriscono con veemenza su di esso, mentre la mente mette in scena attimi di un recente passato ancora incapace di posizionarsi nei cassetti della memoria.
Sono giorni terribili dove pare ci sia una congiura del destino nei miei riguardi. Non comprendo questo suo accanirsi così, dopotutto ho lasciato che le cose andassero come dovevano andare. Ho seguito un percorso che avrei preferito non affrontare. Eppure ora, mi trovo a passare dal via.

http://hellosunshine-.tumblr.com/
Arlandria, tu eri e sarai sempre parte di me. Non c’è nulla da fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: