Archivio mensile:settembre 2012

Impressioni di Settembre.

Vacanze finite e questo tempo uggioso non fa altro che atterrirmi ancora di più. D’altronde si sa, quando le cose sono belle finiscono in fretta mentre i guai non fanno altro che prolungare l’agonia. L’essermene andata via per due settimane mi ha aiutato parecchio. Io vivo in una realtà che mi sta parecchio stretta. Per la precisione, io sento di non appartenere a questo posto. Per l’amor del cielo, vivo in zone molto carine che mi danno la possibilità di fare qualsiasi cosa, ma c’è qualcosa che non va, non mi sento collocata nel posto giusto. Mi sento come un soprammobile che è stato riposto su uno scaffale nell’attesa di riporlo in un luogo consono, adatto alle sue forme, ai suoi colori, per giungere ad una armonia speciale. Intorno a me vedo pochi elementi che mi aggradano e continuare a portare pazienza non fa altro che stancarmi.
Ho capito di amare troppo me stessa a tal punto da decidere di spostare definitivamente alcuni suppellettili, almeno due o tre ripiani sotto. Eliminarli non ha senso, dopotutto per un periodo sono stati anche vicino a me e hanno saputo darmi qualcosa. Ora, però, non hanno più senso perché non sono più in grado di aiutarmi nella costruzione della mia persona. Non potendo cambiare per il momento posto, farò spazio intorno a me.

Annunci